I detergenti viso

Ciao a tutte,

a Settembre si torna dopo le vacanze, con tutti i buoni propostiti del caso, sembra quasi, almeno per me, che l’ anno inizi due volte, a Settembre e a Gennaio.

E in effetti è cosi, perché sono due periodi dell’anno diversi, in cui la nostra pelle ha diverse necessità, a Settembre dopo l’estate bisogna che ce ne prendiamo cura dopo averla decisamente stressata con il sole, il mare, il cloro  e magari una pulizia non troppo accorta come se fossimo in vacanza da tutto, persino dalla nostra beauty routine.

Lavare solo il viso con l’acqua non è abbastanza se vogliamo prenderci cura della nostra pelle, è importante scegliere un cosmetico adatto per eliminare il make-up e altri prodotti adatti per completare la detersione.

Quando si comprano dei detergenti molto spesso non si tiene molto in considerazione quello di cui realmente la nostra pelle ha bisogno, spesso si scelgono detergenti in base al tempo che scegliamo di dedicare allo “struccaggio”.

Il che è sbagliato, ma non del tutto.

Si può comunque avere una corretta detersione anche senza stare davanti allo specchio per ore.

Per questo vi darò una mano, spiegandovi in maniera dettagliata le differenze e l’utilizzo dei vari metodi e prodotti per la pulizia del viso giornaliera. Ho quindi deciso di stilare un piccolo vademecum del demaquillage da consultare in modo che la nostra detersione sia giusta in base al tipo di pelle e necessità di ognuna.

Vediamo le differenze dei prodotti che ci sono in commercio :

  • Latte detergente  spesso lo si trova in commercio sotto forma di emulsione fluida e ha come obbiettivo quello di rimuovere il make-up, pulendo delicatamente senza snaturare il film idrolipidico protettivo della pelle. Si usa, quasi sempre, aiutandosi con un dischetto di cotone. Io preferisco i quadrotti un pò più grande dei normali dischetti. Se avete intolleranze ad alcune sostanze leggete bene gli ingredienti nell”INCI .Altra cosa importante che io faccio e che mi sento di consigliarvi, usate un dischetto per ogni zona del viso  che andate a struccare, specialmente se dovete rimuovere molto make-up, specialmente d’inverno quando si applica anche la cipria, il fondotinta, il fard etc.etc. Ricordate sempre di truccare e struccare anche il collo per evitare l’odiosa riga di stacco. Il latte detergente è consigliato sopratutto ha chi ha la pelle più secca, in particolare modo nella zona del contorno occhi.
  • Acqua micellare è anche lui un detergente,  ma a differenza del latte detergente, l’acqua micellare, ha una texture più acquosa. Si utilizza per rimuovere i residui di trucco e le impurità da viso, contorno occhi e collo. Si basa sulla tecnologia delle micelle, che sono delle molecole di tensioattivi che si riuniscono a formare delle piccole sfere che inglobano e eliminano le impurità. Di solito non ha bisogno di risciacquo a differenza del latte detergente che deve essere eliminato, essendo a base oleosa e più grassa, con il tonico.
  • Struccante bifasico è chiamato cosi proprio perché è formato da due parti, quella acquosa e quella oleosa, prima dell’utilizzo è necessario agitare il flacone per mescolarle insieme. E’ consigliato sopratutto per la pulizia profonda ma non aggressiva del makeup occhi, come per esempio mascara waterproof e rossetto a lunga tenuta.
  • Gel detergente schiumogeno è il cosmetico preferito di per chi ha la pelle più grassa, perché  dona da subito una sensazione palpabile di pulizia. Si massaggia sul viso bagnato ed è consigliato sopratutto per lavare la faccia al mattino, anche insieme una spazzola per la detersione. Inoltre ha un’azione astringente sui pori. Lo si può trovare in vendita anche con microgranuli, ma in quel caso non è consigliato per la detersione quotidiana, ma sono per una due volte a settimana e non per rimuovere il trucco degli occhi.
  • Saviettine struccanti sono un metodo per il demaquillage veloce e NON ad uso esclusivo. E’consigliabile fare uso di salviette struccanti solo in via del tutto eccezionale e in emergenza. Sono senza dubbio comode, ma non rimuovono a fondo il trucco, è comunque una pulizia molto superficiale. Questo perché i residui di makeup non vengono rimossi completamente, ma solo spostati e sono altamente sconsigliate sopratutto in caso di pelle grassa, perché stimolano  ancora di più la produzione di sebo, a seguito della disidratazione, perché prive di acqua. Qualche tempo fa, ne era sconsigliato anche l’uso sporadico, oggi in commercio troviamo dei marchi che hanno prodotto salviette struccanti che rispettano la pelle, oppure comunque delicate e biologiche. Se volete tenerle nel beauty per le emergenze, ricordatevi sempre, vale per tutti i prodotti, leggere bene TUTTI gli ingredienti.

Qualsiasi sia il vostro detergente ideale e FONDAMENTALE, non mi stancherò mai di dirlo, dopo aver pulito la pelle del collo e del viso procedete all’idratazione scegliendo la crema idratante più idonea alle vostre esigenze.

un grosso bacio

Giulia